MALATTIA RENALE CRONICA DI CANE E GATTO: I RIMEDI

15/01/2019 Categorie : Cani , Gatti , PacoVET - I consigli veterinari , Salute

Tempo di lettura di questo editoriale 5 minuti

Abbiamo visto nell'editoriale MALATTIA RENALE CRONICA DEL CANE E DEL GATTO: I SINTOMI che i reni possono ammalarsi a qualunque età ma i gatti e cani anziani sono sicuramente più predisposti: fare una visita dal veterinario una volta l’anno, soprattutto se avete un animale anziano, può aiutarvi a tenere monitorata la salute del vostro animale.

Veniamo ora al metodo di diagnosi e a dei piccoli consigli pratici per somministrare le cure al cane o al gatto con malattia renale cronica. 

Diagnosi della malattia renale cronica nel cane e nel gatto

Le linee guida internaziali fornite dall’IRIS (International Renal Interest Society) classificano la patologia renale cronica attraverso 3 dati:

- Creatinina sierica;

- Proteinuria (proteine nelle urine);

- Pressione arteriosa sistemica

In base ai valori di creatinina, un metabolita che in condizioni normali viene escreto dai reni, si identificano 4 stadi di gravità della malattia renale, mentre la pressione arteriosa sistemica e la presenza di proteinuria permettono di sottostadiare il danno renale. Questa classificazione è fondamentale al fine di elaborare un protocollo terapeutico il più mirato possibile per ogni paziente. Ovviamente la valutazione completa della funzionalità renale prevede un esame del sangue per identificare altre sostanze normalmente eliminate con le urine (come ad esempio l’SDMA, marker precoce di malattia renale, fosforo e urea), un esame delle urine completo e una ecografia addominale.

La terapia applicata a cani e gatti con malattia renale cronica

Trattare una patologia renale cronica purtroppo non vuol dire far guarire i reni, perchè questi organi non sono in grado di rigenerarsi, ma significa iniziare una terapia che supporti il tessuto renale rimasto sano. La terapia si pone 3 obiettivi principali:

- rallentare la progressione della patologia;

- ridurre i sintomi;

- garantire un’aspettativa di vita maggiore

La terapia più comune nella malattia renale cronica è l’alimentazione

La dieta, casalinga o commerciale, deve essere fatta con proteine ad elevatissimo valore biologico (a ridotto tenore di purine), elevato tenore in lipidi, con un bilancio di Sali minerali ed elettroliti molto preciso ed è integrata con acidi grassi omega-3 che hanno uno straordinario potere antinfiammatorio sul tessuto renale. Una coretta alimentazione in questi animali permette di ottenere :

- Il controllo dell’uremia;

- Il controllo del peso dell’animale

- La riduzione di sintomi

Gli studi in merito all’alimentazionoe hanno dimostrato che una corretta dieta è in grado di duplicare o addirittura triplicare l’aspettativa di vita dei cani e dei gatti nefropatici.

Oltre alla dieta vi sono tutta una serie di farmaci che il vostro veterinario potrà indicarvi: medicinali contro la nausea, oressizzanti, gastroprotettori, prodotti per chelare il fosforo, medicinali antipertensivi e integratori che saranno indicati solo in base ai problemi specifici di ogni soggetto.

Piccoli trucchi per far accettare la dieta renale a cani e gatti (e cosa non fare MAI)

Non bisogna mai mischiare alimentazione renale con diete normali (si rischia di annullare gli effetti del trattamento), vietato togliere l'acqua al nostro animale per lo vediamo bere troppo. Inoltre non bisogna mai sospendere la terapia renale solo perchè vediamo dei piccoli miglioramenti, dobbiamo portare a termine il ciclo di cure prescritto dal veterinario.

Spesso la dieta renale è rifiutata dai nostri animali e questo accade perchè essendo un alimento a basso tenore proteico risulta poco appetibile. Di seguito alcuni accorgimenti che possono aiutarvi a far accettare la dieta renale ai vostri animali:

- Spostare la posizione della ciotola;

- Cambiare gradualmente la dieta (l’integrazione soprattutto nel gatto può avvenire anche nell’arco

di 2-3 settimane);

- Scaldare la pappa;

- Aggiungere un pò di acqua di tonno al naturale;

- Aggiungere un cucchiaino di burro fuso.

Nel prossimo editoriale vedremo quali sono le diete veterinarie consigliate (ed appetibili) dai veterinari. Leggi MALATTIA RENALE CRONICA: LE MIGLIORI DIETE ED INTEGRATORI PER CANI E GATTI

----------------------------------------------------------------------------------------

Sono la Dott.ssa Miriam Marrone e sono un giovane medico veterinario specializzato nella Medicina Interna dei piccoli animali. Adoro il mio lavoro perchè mi permette di coniugare l’amore per gli animali e la passione per la medicina. Nel 2016 mi sono laureata con ottimi voti presso l’Università di Bologna e 2 anni fa mi sono trasferita a Torino per approfondire le mie conoscenze in campo nefro-urologico. A breve porterò a termine il Master di II livello in Medicina Interna dei piccoli animali presso l’Università di Parma. I miei studi sono rivolti al settore internistico con particolare interesse verso 2 discipline:

- Gastroeneterologia e tecniche endoscopiche;

- Nefrologia , Urologia e Tecniche di Terapia Sostitutiva Renale (Emodialisi e Plasmaferesi).

Attualmente esercito presso l’Ospedale Anubi di Moncalieri e svolgo attività di libera professionista in tutto il Piemonte ed Emilia-Romagna.

Condividi

Articoli correlati