GUIDA AGLI ANTIPARASSITARI: COME, QUANDO E PERCHÈ SCEGLIERLI

23/02/2018 Categorie : Cani , Cuccioli di cane , Gatti

Scegliere l'antiparassitario è fondamentale non solo per proteggere il cane o il gatto, ma anche per noi stessi. Un'infestazione di pulci non è una cosa da sottovalutare e nemmeno piacevole (nè per il cane nè per noi), per questo è bene munirsi e cominciare il trattamento antiparassitario il prima possibile, anche prima dell'inizio della bella stagione. Paco ti aiuta a scegliere il miglior prodotto in base alle tue esigenze ed ai bisogni del cane e del gatto.

Facciamo chiarezza: come funziona un antiparassitario tradizionale?

Gli antiparassitari si possono facilmente trovare in farmacia o nei negozi specializzati. Si tratta di pipette, collarini, diffusori ed altro, in grado di repellere o uccidere il parassita. Esistono 3 famiglie di principi attivi, ognuno adatto a parassiti differenti o specie differenti:

  • Fipronil : è il principio attivo alla base di prodotti come Flevox o del primo Frontline, agisce repellendo zecche, pulci e pidocchi ma non ucide le larve. Adatto per cani adulti, cuccioli, gatti e gattini. Il Fipronil agisce uccidendo i parassiti adulti ma non le uova e le larve se già depositate (ecco perchè bisogna agire prima che comincino ad infestare effettivamente l'animale). Ha un effetto estremamente rapido in quanto uccide le pulci in 24 ore e zecche e pidocchi in 48. La durata della protezione è ampia: 30 giorni per le zecche e 90 giorni per pulci e pidocchi. E' necessario rispettare le modalità di somministrazione come indicato sulla confezione per evitare intossicazioni dell'animali
  • Fipronil +  S-methoprene è il principio attivo del Frontline Combo che, come sopra ha la stessa soglia di protezione. La differenza con il precedene è che il S-methoprene agisce anche sulle uova, inibendone lo sviluppo anche delle larve. Permette quindi quella che si chiama "disinfestazione ambientale", ovvere ripulisce completamente da possibili nuove infestazioni per 8 settimane.
  • Permetrina: E' il principio attivo delle pipette di Exspot, indicato per il trattamento dei principali parassiti esterni del cane (pulci, pidocchi, zecche e zanzare). Va applicato esclusivamente ai cani e a i cuccioli a partire dalle 2 settimane
  • Imidacloprid: è l'unico principio attivo di Advantage, antiparassitario repellente per gatti in spot-on per gatti e conigli. Utile anche in caso di dermatite allergica da pulci.
  • Imidacloprid + Permetrina: è contenuto nei prodotti Advantix, da utilizzare solo per la protezione dei cani. Agisce rapidamente, in 24 ore, uccidendo le forme adulte, ha un effetto repellente fino ad esaurimento del principio. Resistente all'acqua e con validità 30 giorni.
  • Imidacloprid + Flumetrina: è la combinazione di principi attivi del collare Seresto per cani ha un effetto anche su flebotomi, mosche, zanzare, pulci, zecche e pidocchi. Ideale per la protezione del proprio amico a 4 zampe anche contro la Leishmaniosi, offre protezione fino a 8 mesi
  • Deltametrina è il principio attivo del collare antiparassitario per cani ScaliborLa deltametrina agisce rapidamente a contatto con il parassita. Può essere utilizzata in abbinamento al Fipronil e  svolge effetti multipli:
    • Effetto repellente: Le zanzare tendono a non avvicinarsi all'ospite.
    • Effetto knock - down: Gli insetti che riescono a raggiungere l 'ospite sono colpiti da incoordinazione motoria.
    • Effetto anti-feeding: I segni neurologici impediscono l’alimentazione.
    • Effetto letale: Il parassita viene ucciso.

Come applicare l'antiparassitario su cane e gatto?

Dipende dal tipo di antiparassitario: le pipette devono solitamente essere applicate tra le scapole del cane e del gatto, spostando accuratamente il pelo e permettendo il contatto diretto con la pelle. Non si tratta di un'applicazione invasiva ed impedisce all'animale di leccare la zona e così d'intossicarsi. Con il movimento e l'assunzione, il principio attivo si espanderà e garantirà uno "scudo protettivo" dall'attacco dei parassiti. Il collare è il metodo più pratico: basta metterlo al collo del proprio pet e... ce ne dimentichiamo! Gli spray sono indicati per i cuccioli, ma anche per trattare un'infestazione particolarmente aggressiva. Le modalità di utilizzo più indicate sono sempre segnate sulla confezione o nel bugiardino illustrativo.

Quando devo cominciare a mettere l'antiparassitario al mio cane o al mio gatto?

L'ideale sarebbe offrire protezione continua per tutto l'anno, in modo particolare per gli animali che vivono in appartamento, dove anche d'inverno le temperature interne delle case possono portare alla sopravvivenza delle larve. Come abbiamo visto, i prodotti a base di principi attivi chimici hanno un effetto molto rapido sui parassiti, finendo con l'abbatterli nel giro di qualche giorno. Tuttavia, sia per la nostra salute, che per quella del nostro animale, è meglio prevenire che curare! I morsi di zecche, pidocchi e zanzare sono veicolo di diverse malattie che possono causare anche la morte del nostro amico. Iniziare prima della primavera aiuta l'animale ad adattarsi al principio (oltre a permetterci di capire se lo tollera o manifesta allergie o irritazioni cutanee). Come età, bisogna sempre leggere le indicazioni sulla confezione perchè, alcuni prodotti, possono non essere adatte a gatte o cagne incinte o cuccioli.

Antiparassitari naturali: fatti in casa

Altra cosa sono gli antiparassitari naturali. Avendo bene a mente l'efficacia di quelli chimici, si tende a sottovalutare il potenziale di quelli naturali. Per i meno pigri esistono anche "ricette" di antiparassitari naturali, molte dei quali contengono oli essenziali. In natura esistono molte piante che hanno un ottimo effetto antiparassitario, ad esempio:

  • Lavanda: l'estratto dei suoi fiori ha un effetto contro alcune famiglie di acari e zecche. E' repellente ed adulticida a seconda del livello di concentrazione.
  • Menta: aiuta a repellere le zanzare oltre ad avere un effetto larvicida e, secondo alcuni studi, è in grado di eliminare anche gli acari della rogna.
  • Citronella: gli indigeni dell'Amazzonia la usano come repellente da centinaia di anni. Particolarmente adatto contro le zanzare.
  • Zenzero: questa spezia dalle mille proprietà ha dimostrato, tra le altre cose, di essere estremamente utile come repellente, specie verso le zanzare dei paesi tropicali.
  • Eucalipto: studi moderni hanno dimostrato l'efficacia dell'olio essenziale di eucalipto come repellente verso le zanzare tigre. La sua azione viene potenziata se abbinato un 5% di vanillina!
  • Timo: è utilizzato per moltissime tisane fin dai tempi antichi come antibatterico ed antimicotico. Le sue proprietà lo rendono adatto a curare le lesioni cutanee portate dalla leishmaniosi.
  • : l'olio essenziale dell'albero del tè, originario della Nuova Zelanda e dell'Austrialia, ha molte proprietà antibatteriche, antivirali e antinfiammatorie. Molto indicato come antiparassitario può però scatenare allergie, specie nei gatti.
  • Aglio: tutti conoscono le potenzialità dell'aglio (ma a non tutti piace l'odore!), ed è estremamente utile anche per trattare infestazioni di parassiti come pulci, acari e pidocchi. ATTENZIONE: l'aglio contiene un componente tossico noto come disolfuro di n-propile che può anche uccidere i nostri pet se assunto in larga misura. Aggiungere uno spicchio d'aglio alla pappa del cane, una o due vole al mese, non è però tossico, ed aiuterà il cane, a proteggere la sua pelle dalle aggressioni dei parassiti

Antiparassitari naturali in vendita, come funzionano?

Se non ti senti ancora pronto a creare un antiparassitario fatto con le tue mani, non temere, oramai in commercio è largamente diffusa la presenza di antiparassitari naturali. Sono composti a base di elementi provenienti dalla natura, proprio come quelli sopra indicati.

L'olio di Neem, ad esempio è uno dei must. C'è da tenere conto di una cosa: se l'antiparassitario chimico ha un effetto "immediato e duraturo", i prodotti naturali non sono così celeri. Come si sente dire spesso, sono sinergici, ovvero necessitano di un complesso "a tutto tondo" per integrare l'effetto ovunque, durante le passeggiate, in casa, nel giardino...  Insomma, sicuramente sono meno pratici di quelli chimici, ma hanno un grandissimo vantaggio: non danno allergie e non "inquinano" il nostro ambiente.