COLLASSO TRACHEALE NEL CANE: SINTOMI, CURE E ASPETTATIVE DI VITA

08/11/2019 Categorie : Cani , Cani di Razza , Cani di Taglia Piccola , Salute

Tempo di lettura 3 minuti

Tra le sindromi respiratorie più impattanti sulla salute del cane c'è il collasso tracheale o collasso della trachea. Sono riscontrabili due forme di questo disturbo: la prima è il collasso tracheale latero-laterale, che può colpire tutti i cani di tutte le razze e taglie e che spesso è legato a traumi o interventi operatori. Il secondo è detto collasso tracheale dorso-ventrale è viene riscontrato quasi esclusivamente in cani di piccola taglia come Yorkshire Terrier, Volpini e Chiuhuhua

Predisposizione alla comparsa del collasso tracheale nel cane di piccola taglia

Alcune razze sono predisposte alla comparsa di questo disturbo respiratorio. I soggetti predisposti sono di taglia piccola o piccolissima (toy) senza distinzione di sesso. La patologia inizia a manifestarsi a partire dall'anzianità (7-8 anni). In rari casi la malattia può presentarsi a partire dal terzo anni di età.

Il collasso tracheale nei cani è un processo irreversibile che va trattato prontamente per scongiurare la morte per insufficienza respiratoria acuta. Anche l'obesità può essere un fattore accelerante nella comparsa del collasso tracheale. 

Sintomi del collasso tracheale nel cane

Come abbiamo visto, al collasso tracheale non c'è cura. La patologia ha un lento e progressivo avanzare di cui non bisogna sottovalutare i sintomi:

  • RUMORI RESPIRATORI ANORMALI (il cane emette fischi mentre respira, tosse secca, verso 'dell'anatra')
  • AFFATICAMENTO CRONICO
  • RESISTENZA ALL'ATTIVITÀ FISICA
  • ATTACCHI (sincopali, epilettici, respiratori)

Nella prima fase della patologia, i sintomi sono poco frequenti. I primi stadi sono difficili da riscontrare a meno ché non si conoscano predisposizioni genetiche famigliari. 

Si manifestano dopo l'attività fisica, durante il riposo notturno o in seguito ad alterazioni dello stato emotivo (estrema gioia, paura, stress).

Lo stadio avanzato è caratterizzato da:

  • IRRITAZIONE CRONICA DELLO STRATO EPITELIALE TRACHEALE
  • TOSSE RANTOLOSA O MUCOSA
  • EMISSIONE DI CATARRO E SANGUE
  • IPERPLASIA DELLE MUCOSE (gonfiore delle mucose)
  • CIANOSI

Il veterinario riscontrerà il così detto schiocco tracheale, all'auscultazione del petto. Questo suono è prodotto dallo schiacciamento del glottide e diventerà man mano più percepibile con l'avanzare della malattia. 

L'ultimo stadio del collasso tracheale del cane ha sintomi estremamente chiari ed acuti dovuti all'afflosciamento dell'organo su sè stesso (anche se transitorio):

  • INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA
  • FAME D'ARIA (il cane rimane immobile con gli occhi sbarrati, bocca spalancata, lingua pendente e cianotica)
  • PERDITA DI CONOSCENZA

Terapie e cure per cani con collasso tracheale

Le terapie saranno consigliate dal veterinario curante, dopo accertamenti e riscontro dello stadio della patologia. Spesso il collasso della trachea è legato alla comparsa di patologie concomitanti come affezioni bronchiali, disturbi cardiaci e malattia renale. 

Le forme di collasso tracheali più leggere (in base a quale porzione di trachea sta collassando) possono essere tollerate in maniera accettabile dal cane che sarà semplicemente più predisposto a tosse e tracheiti. In questi casi il veterinario potrà consigliare una terapia cortisonica ed antibiotica per tenere sotto controllo il disturbo. 

Se il collasso è delle forme più gravi, le terapie farmacologico possono non essere sufficienti per il mantenimento delle condizioni di salute del cane: potrebbe essere consigliato un intervento chirurgico di tracheoplastica.

La tracheoplastica prevede l'inserimento di protesi ad anello (in polipropilene) a sostegno delle porzioni di trachea collassate. Questo intervento è spesso consigliato per i casi medi-gravi, difficilmente per quelli critici in quanto l'organismo del cane potrebbe non sopportare l'operazione

La percentuale di successo, secondo le stime veterinarie, è intorno all'80%

Norme fondamentali per la vita con un cane che ha subito una tracheoplastica

  • Mantenere l'ambiente di vita pulito
  • Evitare al cane soggiorni in ambiente fumosi
  • Mantenere il peso sotto controllo
  • Non utilizzare collarini ma pettorine
  • Mantenere il cane quanto più possibile a temperature costanti

Vuoi restare sempre aggiornato sul mondo degli animali? Non temere: Paco ha la soluzione per te! Iscriviti al nostro canale Messenger e leggi i migliori editoriali sul mondo degli amici pelosi!

Condividi

Articoli correlati