WELSH CORGI (PEMBROKE): TUTTO SULLA RAZZA PREFERITA DALLA REGINA D'INGHILTERRA

10/01/2019 Categorie : Cani , Cani di Razza , Cani di Taglia Piccola

Tempo di lettura di questo articolo: 2 minuti

Il Welsh Corgi è una razza diventata famosa grazie al grande affetto dimostrato nel corso degli anni dalla Regina Elisabetta II d'Inghilterra. Buffi, allegri, goffi ma molto intelligenti, questi cani hanno stregato il cuore di moltissime persone in tutto il mondo.

Storia del Welsh Corgi

Il Welsh Corgi è chiamato anche Pembroke Corgi per la regione in cui viene allevato, il Penmbrokshire di Galles. Ci sono due linee di pensiero sulla sua origine, la prima vuole che sia imparentato con il Västgötaspets (Swedish Vallhund), una razza di cane da pastore svedese, che fu importato verosimilmente dai vichinghi approdati sull'isola. 

La seconda, avvalorata da documenti in cui si parla del Welsh Corgi già nel X secolo, è che sia proprio autoctono dell'isola del Penmbrokshire. Anche il nome Corgi, deriva dal gallese antico (Ci Sodli, che significa 'garretto'). L'insolito soprannome è dovuto all'abitudine del Corgi, grande masticatore, di mordere i garretti delle mucche per condurle sulla strada del pascolo. Nei secoli passati sicuramente la stazza ed il mantello del Corgi erano differenti da come li conosciamo oggi, ma non il carattere e l'indole temeraria. Era un ottimo cane da bovini, ma pessimo per le pecore, che rischiavano di rimanere azzoppate o di scappare terrorizzate quando venivano morse agli stinchi! Per ovviare il problema, nel 1880, alcuni pastori gallesi decisero di incrociare il Corgi con il  Welsh Collie, ed è così che è nato il Welsh Corgi come lo conosciamo oggi. 

Carattere e caratteristiche del Welsh Corgi

Il Corgi è un cane testardo, risoluto, che non si sente 'piccolo'. Ama però i confort e le attenzioni dei padroni, anche se è in tutto e per tutto un cane da lavoro. Le caratteristiche del Corgi sono senza dubbio la forma della testa 'da volpe' e le zampe corte

Si adatta bene sia alla vita di campagna che a quella di città. Ama correre, ed è difficilissimo stancarlo. Il suo pelo è rustico e non necessita di grandissime cure. È un ottimo cacciatore di topi e di conigli. Data la sua spiccata intelligenza è portato ad imparare agility e obedience. 

Allevamenti di Welsh Corgi in Italia

Non è difficile trovare allevamenti di questa razza in Italia. Il Corgi ha conquistato molti cuori, non solo quello della Regina Elisabetta. Nella zona di Eraclea, provincia di Venezia, esiste Corgilandia. Un allevamento riconosciuto ENCI e FCI che possiede, tra gli altri, anche i Corgi dal mantello Cardigan. La pensione e allevamento dei Bentivoglio, nel piacentino, cresce splendidi esemplari di Corgi, ma non solo! Si tratta di un allevamento... very british... perchè presenta anche Basset Hound. Poco fuori Varese, c'è il Larice Bianco, anche qui riconosciuto FCI e ENCI e specializzato in meravigliosi esemplari di Welsh Corgi.

Costo dei Welsh Corgi

Il Welsh Corgi è una razza richiesta, ma estremamente controllata dagli enti cinofili. Nascono mediamente 40 cuccioli l'anno e il futuro padrone deve prenotarsi con largo anticipo presso gli allevamenti, per averne uno. Il costo di un Welsh Corgi varia a seconda del mantello e della cura con cui è stato cresciuto e selezionato. Indicativamente un cucciolo di Corgi può costare 900-1000€.

Condividi

Articoli correlati