INSUFFICIENZA RENALE DEL CANE: SINTOMI, ALIMENTAZIONE E ASPETTATIVE DI VITA

10/05/2018 Categorie : Cani , Cani di Taglia Piccola , Cuccioli di cane , Salute

L'insufficienza renale nel cane è una patologia abbastanza diffusa a partire dai sei-otto anni di età. La malattia passa attraverso tre fasi: pre renale, renale e post renale. Si tratta di una patologia insidiosa e difficile da diagnosticare per tempo, perchè ha sintomi spesso fuorvianti, che possono portare il veterinario a scegliere cure per disturbi lievi o passeggeri.

Cos'è l'insufficienza renale del cane

L'insufficienza renale del cane è una patologie legata alla progressiva degenerazione dei reni, organi responsabili del 'filtraggio' delle scorie presenti nel flusso sanguigno. Quando il rene non riesce più a filtrare il sangue in maniera rapida ed efficiente, si può avere un'eccessiva presenza di azoto e tossine nel flusso sanguigno. In condizioni normali, questi 'scarti' vengono eliminati tramite le urine. L'uremia è una diretta conseguente dell'insufficienza renale, si tratta di una sindrome tossica che 'avvelena' l'organismo del cane (semplificato, è come se le urine circolassero nel sangue e non venissero smaltite dall'uretra). La differenza tra insufficienza renale ed uremia è che la prima può essere curata con una corretta terapia medica. Per l'uremia, l'unica cura (ma spesso sconsigliata) è l'emodialisi o il trapianto del rene.

Insufficienza renale acuta

Questo tipo di insufficienza renale è potenzialmente mortale. Se diagnosticata e trattata in tempo però, può essere reversibile. Si manifesta in maniera improvvisa e, spesso, non da il tempo di procedere ad una corretta diagnosi.

Insufficienza renale cronica

Si definisce insufficienza renale cronica, invece, quando la patologie persiste per lunghi periodi, mesi o anni, e lede in maniera irreversibile la funzionalità dei nefroni (tecnicamente sono i 'filtri spugnosi' all'interno del rene). La malattia può avere un andamento lento o lineare in base all'azotemia del sangue oppure avere dei picchi con relativa uremia.

Incidenza dell'insufficienza renale del cane: quali razze colpisce maggiormente

Secondo uno studio, durato 10 anni, della clinica veterinaria dell'Università di Pisa, le malattie renali croniche colpiscono principalmente:

  • cani maturi o anziani (tra i 6 e gli 11 anni)
  • cani di sesso maschile
  • più diffuse nelle razze: Boxer, Pastore Tedesco e Setter
  • cani di razza medio-grande

Se sono affetti da Leptospirosi o infezioni renali, anche i cuccioli possono manifestare questo tipo di patologie.

Come giungere ad una diagnosi di insufficienza renale

Il medico veterinario che prescrive gli esami del sangue, deve essenzialmente controllare due fattori, se ha il dubbio che il cane sia in preda ad una patologia renale: la creatina e l'azotemia. Il valore della creatina è influenzato dalla salute muscolare, chiaramente più il cane è anziano più il valore sarà basso (perchè avrà meno massa muscolare). Quando si ha bassa presenza di creatina e il valore di azotemia molto alto, probabilmente ci stiamo trovando davanti ad una patologia renale.

L'insufficienza renale ha 3 fasi, che ne definiscono lo stato di avanzamento:

1. Fase diminuizione della riserva renale

È lo stadio principale. Si tratta di una fase totalmente asintomatica, addirittura, l'azotemia non è ancora registrabile nel flusso sanguigno, ma il rene comincia a manifestare sofferenza. A livello fisico, molti nefroni stanno ancora lavorando, e si ha solo un leggero aumento del volume delle urine.

2. Fase deficit renale

Il 75% dei nefroni ha smesso di funzionare. La capacità di concentrazione dell'urina è diminutia e si potrebbero riscontrare: aumento dell'urina, aumento della sete (specie sotto stress), disidratazione, incontinenza notturna.

Potrebbero manifestarsi sintomi come:

  • anoressia
  • vomito
  • perdita di peso
  • iperacidità gastrica
  • ulcere gastriche e intestinali
  • ulcere della mucosa orale, sulla lingua, sulle gengive

3. Fase di insufficienza renale

Qui, il 90% dei nefroni ha smesso di funzionare. I sintomi sono molti e molto diversi: la disidratazione aumenta, tanto da rendere, in alcuni casi, le gengive secche, il pelo risulta più brutto, i reni aumentano di volume, anoressia, letargia, minzione nel sonno, alito urinoso (con odore di urina), aumento della pressione, anemia e intolleranza al freddo. E' l'ultima fase in cui si può intervenire.

4. Fase terminale dell'insufficienza renale

Si tratta dell'ultimo stato dell'insufficienza renale, il rena ha smesso di adempiere al suo compito e l'atoremia è molto alta, così come i valori di creatina. Oltre ai sintomi riscontrati nella fase 3, il cane può manifestare:

  • sonnolenza
  • apatia
  • letargia
  • convulsioni
  • barcollamenti
  • tremori

Il cane inoltre può tendere a soffrire di emorragie, anche per piccoli tagli o punture, oppure avere problemi di vista (causati dall'aumento della pressione pupillare). Purtroppo, per questa fase, non è possibile intervenire. 

Aspettative di vita del cane con insufficienza renale cronica

Il cane affetto da insufficienza renale cronica può avere un'aspettativa di vita pressoché normali se la malattia viene diagnosticata molto presto (se, per esempio, viene riscontrata che la causa sono calcoli o ostruzioni alle vie urinarie, e rimossi, il cane torna in salute). Se così non è, purtroppo l'insufficienza renale non è regressiva. Pertanto bisognerà fare tutto il possibile per il mantenimento della patologie, evitando un peggioramento, a partire dall'alimentazione. 

Trattandosi di una patologie con diverse manifestazioni e diversi stadi, non è possibile creare una terapia che vada bene per tutti. Per maggiori informazioni, vi ricordiamo che, il vostro medico veterinario, saprà darvi maggiori delucidazioni e consigliarvi i migliori prodotti con dosaggi appropriati. 

L'alimentazione con cibo e crocchette per cani con insufficienza renale

I cani affetta da questa patologie devono seguire un rigoroso regime alimentare e non è concesso sbagliare! Innanzitutto, quando ci stiamo approcciando ad una dieta specifica per la prevenzione o il mantenimento del nostro cane (che abbia manifestato disturbi renali), dobbiamo leggere le etichette. Sarà anche una cosa noiosa, ma quando si tratta della salute del nostro amico a 4 zampe, perdere qualche minuto e poca cosa. L'alimento ideale per il cane con insufficienza renale deve essere:

  • Ricco di proteine di altissima qualità: facili da digerire e da assimilare. Ad ogni stadio della malattia, dobbiamo controllare il dosaggio proteico degli alimenti che somministriamo. La percentuale proteica ideale ti verrà indicata dal tuo medico veterinario
  • Restrizione di fosforo: il fosforo necessita, per lo smaltimento, molto lavoro da parte dei reni. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato come, eliminandolo, o abbassandone la concentrazione la salute generale ha un netto miglioramento
  • Calcio e potassio: non vanno eliminati ma modulati secondo le esigenze caso per caso
  • Vitmine: tranne alcune della famiglia A, vengono eliminate tramite l'urina, durante un insufficienza renale, e pertanto vanno certamente integrate anche perchè, l'assenza, può portare il cane all'anoressia. 
  • Acidi grassi e omega-3: è comprovato che questi due elementi riducano l'infiammazione ed abbassino la pressione arteriosa
  • Antiossidanti: gli antiossidanti così come la vitamina E e C e i carotenoidi, aiutano al buon mantenimento dell'organismo.

Per scongiurare l'inappetenza, è consigliabile scaldare appena gli alimenti (in modo che rilascino odore e che, nel caso il cane avesse ulcere in bocca, aiutino alla nutrizione) e rafforzare la sua autostima nel momento del pasto con coccole e carezze. 

Articoli correlati