IL CANE RIESCE A SENTIRE I GUSTI?

10/11/2020 Categorie : Cani , Curiosità , Gatti

Tempo di lettura 2 minuti

Sapevate che l’olfatto gioca un ruolo importante nella percezione dei gusti da parte di fido? Come funziona il senso del gusto nei cani? Scopritelo leggendo il nostro nuovo articolo!

I sensi dei quattrozampe sono spesso più sviluppati dei nostri: fiuto sopraffino e udito ipersensibile ne sono un chiaro esempio, ma il senso del gusto è altrettanto sviluppato? La risposta potrebbe sorprendervi!

I cani percepiscono i cibi prima di tutto con l’olfatto

Sin da cuccioli, i cani capiscono se un cibo è buono o meno semplicemente annusandolo! Il gusto è per i cani il senso meno sviluppato, forse perché è il meno utile alla loro sopravvivenza. È l’odore ad attrarre i cani al cibo, non il sapore. Tant’è che spesso un cane che non gradisce particolarmente ciò che sta mangiando lo terrà più a lungo in bocca.

Non è raro, invece, incontrare cani che non si curano affatto di gustare i loro cibi preferiti, ingurgitandoli alla velocità della luce. Per loro si deve spesso ricorrere a ciotole speciali antingozzamento, costringendoli a mangiare lentamente e con meno foga.

Cani ed esseri umani sentono i gusti diversamente?

Ebbene sì! Potrà sorprendervi, ma il nostro senso del gusto è nettamente superiore a quello dei cani. Numericamente parlando, i cani sono dotati di circa 1700 papille gustative, mentre negli esseri umani se ne contano circa 9000. Ciò significa che i cani hanno poco più di un quinto dei recettori utili a riconoscere e classificare i gusti rispetto a noi umani.

Questa differenza è da attribuire principalmente alla dieta: mentre i cani sono naturalmente carnivori, noi esseri umani siamo onnivori, abituati ad essere a contatto con una grande varietà di alimenti e conseguentemente con una grande varietà di sapori.

Quali sapori preferiscono i cani?

Pur avendo meno papille gustative rispetto a noi, i cani sono comunque in grado di distinguere i 5 sapori fondamentali: amaro, dolce, salato, aspro e saporito (quest’ultimo è anche chiamato “umami” e indica quegli alimenti ricchi di proteine come carne e formaggi).

Pur riconoscendo i sapori, solitamente i cani non vi prestano troppa attenzione. Ciò non significa che non abbiano delle preferenze. Alcuni test di laboratorio hanno dimostrato come i cani non amino i cibi acidi o amari, probabilmente perché istintivamente associati a sostanze pericolose. Molte sostanze tossiche hanno un gusto amaro, riconoscendole con il gusto e con l’olfatto, ed evitandole, i cani si sono garantiti la sopravvivenza nel corso dei secoli.

I gusti dolci sono i prediletti dei nostri cani, perché le loro papille gustative, non troppo precise, pare li confondano con il gusto delle proteine della carne.

I test, infine, hanno evidenziato come i nostri amici a quattrozampe amino soprattutto alimenti umidi, leggermente caldi e dall’odore gradevole.

Perché le crocchette sono l’alimento più diffuso?

Se i cani preferiscono gli alimenti umidi, perché le crocchette sono l’alimento per animali pronto più diffuso in commercio?

Le crocchette sono un alimento completo, bilanciato in base alle necessità di fido e, quando ben scelto, formulato con ingredienti e procedimenti di qualità. Inoltre, le crocchette possono svolgere un’importante funzione a sostegno dell’igiene orale dei cani.

Masticazione e salivazione sono stimolate dal consumo delle crocchette, così come l’ossigenazione della bocca, aiutando a ridurre i rischi di patologie a denti e gengive.

Sia che scegliate alimenti secchi o alimenti umidi per i vostri pet, vi ricordiamo che la loro igiene orale è molto importante e andrebbe mantenuta con un costante lavaggio dei denti.

Condividi

Articoli correlati

IL CANE RIESCE A SENTIRE I GUSTI?

Cani , Curiosità , Gatti

Tempo di lettura 2 minuti

Sapevate che l’olfatto gioca un ruolo importante nella percezione dei gusti da parte di fido? Come funziona il senso del gusto nei cani? Scopritelo leggendo il nostro nuovo articolo!

I sensi dei quattrozampe sono spesso più sviluppati dei nostri: fiuto sopraffino e udito ipersensibile ne sono un chiaro esempio, ma il senso del gusto è altrettanto sviluppato? La risposta potrebbe sorprendervi!

I cani percepiscono i cibi prima di tutto con l’olfatto

Sin da cuccioli, i cani capiscono se un cibo è buono o meno semplicemente annusandolo! Il gusto è per i cani il senso meno sviluppato, forse perché è il meno utile alla loro sopravvivenza. È l’odore ad attrarre i cani al cibo, non il sapore. Tant’è che spesso un cane che non gradisce particolarmente ciò che sta mangiando lo terrà più a lungo in bocca.

Non è raro, invece, incontrare cani che non si curano affatto di gustare i loro cibi preferiti, ingurgitandoli alla velocità della luce. Per loro si deve spesso ricorrere a ciotole speciali antingozzamento, costringendoli a mangiare lentamente e con meno foga.

Cani ed esseri umani sentono i gusti diversamente?

Ebbene sì! Potrà sorprendervi, ma il nostro senso del gusto è nettamente superiore a quello dei cani. Numericamente parlando, i cani sono dotati di circa 1700 papille gustative, mentre negli esseri umani se ne contano circa 9000. Ciò significa che i cani hanno poco più di un quinto dei recettori utili a riconoscere e classificare i gusti rispetto a noi umani.

Questa differenza è da attribuire principalmente alla dieta: mentre i cani sono naturalmente carnivori, noi esseri umani siamo onnivori, abituati ad essere a contatto con una grande varietà di alimenti e conseguentemente con una grande varietà di sapori.

Quali sapori preferiscono i cani?

Pur avendo meno papille gustative rispetto a noi, i cani sono comunque in grado di distinguere i 5 sapori fondamentali: amaro, dolce, salato, aspro e saporito (quest’ultimo è anche chiamato “umami” e indica quegli alimenti ricchi di proteine come carne e formaggi).

Pur riconoscendo i sapori, solitamente i cani non vi prestano troppa attenzione. Ciò non significa che non abbiano delle preferenze. Alcuni test di laboratorio hanno dimostrato come i cani non amino i cibi acidi o amari, probabilmente perché istintivamente associati a sostanze pericolose. Molte sostanze tossiche hanno un gusto amaro, riconoscendole con il gusto e con l’olfatto, ed evitandole, i cani si sono garantiti la sopravvivenza nel corso dei secoli.

I gusti dolci sono i prediletti dei nostri cani, perché le loro papille gustative, non troppo precise, pare li confondano con il gusto delle proteine della carne.

I test, infine, hanno evidenziato come i nostri amici a quattrozampe amino soprattutto alimenti umidi, leggermente caldi e dall’odore gradevole.

Perché le crocchette sono l’alimento più diffuso?

Se i cani preferiscono gli alimenti umidi, perché le crocchette sono l’alimento per animali pronto più diffuso in commercio?

Le crocchette sono un alimento completo, bilanciato in base alle necessità di fido e, quando ben scelto, formulato con ingredienti e procedimenti di qualità. Inoltre, le crocchette possono svolgere un’importante funzione a sostegno dell’igiene orale dei cani.

Masticazione e salivazione sono stimolate dal consumo delle crocchette, così come l’ossigenazione della bocca, aiutando a ridurre i rischi di patologie a denti e gengive.

Sia che scegliate alimenti secchi o alimenti umidi per i vostri pet, vi ricordiamo che la loro igiene orale è molto importante e andrebbe mantenuta con un costante lavaggio dei denti.

Condividi

Iscriviti alla newsletter di Paco e non perderti nessuna novità

Resta aggiornato sulle ultime notizie e contenuti di Paco, riceverai inoltre un
buono sconto da usare sul primo acquisto!