6 SOLUZIONI ECOLOGICHE PER SALVAGUARDARE IL PIANETA (ED IL TUO CANE E GATTO)

06/06/2018 Categorie : Cani , Curiosità , Gatti

Il 5 Giugno è stata la Giornata Mondiale dell'Ambiente, occasione importante per interrogarci su ciò che possiamo fare da subito per salvaguardare il nostro pianeta. In un’ottica di rispetto, non solo tra persona e persona, ma più in generale tra essere vivente ed essere vivente, tra uomo e natura, tra industria e foreste, ognuno di noi può adottare dei piccoli accorgimenti per ridurre il consumo delle risorse della Terra.

Una mare di plastica: evitiamo il punto di non ritorno

Si stima che, ogni anno, vengano riversati in mare circa 8 milioni di rifiuti in plastica. I principali responsabili di questo danno ecologico sono i Paesi emergenti dell'Asia, Africa e America del Sud. Secondo le associazioni ambientaliste, ad oggi, i nostri mari sono inquinati con 150 milioni di tonnellate di plastica. Se continueremo così, nel 2050, si stima che la massa di rifiuti pesarà più di tutti gli animali marini (balene, pesci ecc) messi insieme! Neanche il nostro Mar Mediterraneo se la passa meglio: secondo Legambiente ci sono 58 rifiuti per ogni chilometro quadrato di acqua (di cui il 96% è in plastica). Anche le spiagge se la passano male: ogni 100 metri di battigia, si trovano mediamente 620 rifiuti (80% dei quali è plastica).

Non solo, i grandi pescherecci, sebbene, negli ultimi anni, siano stati fatti numerosi passi avanti, utilizzano reti che intrappolando anche mammiferi, come i delfini ed altre specie a rischio di estinzione. Scegliere alimenti Dolphin Safe, garantisce un controllo accurato, il respetto della stagionalità di pesca e l'utilizzo di reti che permettono ai delfini di non rimanere imprigionati. 

Ma cosa possiamo fare di concreto per inquinare meno, nelle piccole cose quotidiane? Se abbiamo un cane o un gatto, possiamo fare attenzione ai nostri acquisti, per limitare l'inquinamento e la produzione eccessiva di materie plastiche.

6 piccoli accorgimenti da non sottovalutare:

1. Prediligi lettiere biodegradabili o compostabili

Le lettiere biodegradabili o smaltibili nel WC aiutano a diminuire la mole di rifiuti solidi urbani, non inquinano i mari e non per questo sono meno efficaci nel controllo degli odori. Le lettiere che invece causano più 'danni' all'ambiente, sono quelle a base di silicio e minerali (non si decompongono facilmente e rilasciano silicati nell'acqua)

2. Per i suoi bisogni in casa, usa tappetini lavabili

Chi utilizza tappetini assorbenti, per il proprio cucciolo o cane, può optare per i tappetini lavabili. Oltre a non incrementare la produzione di rifiuti urbani, i tappetini lavabili possono essere facilmente lavati in lavatrice a 40° (una fonte di risparmio ulteriore) oppure a mano. Se il tuo cane non ha strettamente bisogno di rimanere in casa, valuta la possibilità di portarlo fuori, migliorerete la vostra salute ed il vostro legame

3. Antiparassitari: i naturali per il rispetto dell'ambiente

Per quanto riguarda la protezione dai parassiti (che possono essere veicolo di malattie gravi), puoi optare per gli antiparassitari naturali. Il tè bianco e l'olio di neem, sono solo alcuni elementi naturali in grado di repellere pulci, zecche e zanzare per garantire una protezione al tuo Pet che non disperde nell’ambiente sostanze chimiche che possono causare allergie o intolleranze

4. Tiragraffi riciclabili, ecologici ed irresistibili per i gatti

Tutti i gatti dovrebbero avere almeno un tiragraffi, ma il problema è quando bisogna sostituirli. Vanno trattati come legno o rifiuti speciali? Quanti di voi hanno poi optato per buttarli direttamente nell'indifferenziato? Chi tiene all'ambiente ed alla natura, può optare per i tiragraffi ecologici, facilissimi da smaltire (nella carta e cartone), resistenti ed adatti ad ogni gatto

5. Le bustine di umido impattano meno delle scatolette

Può sembrare una sciocchezza, ma anche la scelta tra alimenti umidi in lattina e in busta ha un grande impatto ambientale. Sebbene le lattine in alluminio siano smaltibili insieme al vetro (solo dopo essere state accuratamente lavate ed aver eliminato eventuali etichette), le bustine fanno meno volume e possono essere buttate senza grossi problemi insieme ai poliaccoppiati, come il cartone del latte o i succhi di frutta. Per essere certi del corretto smaltimento delle bustine puoi consultare il regolamento del tuo comune di residenza

6. Per i suoi bisogni fuori casa, usa i sacchetti di carta

Raccogliere i suoi bisogni è un grandissimo segno di civiltà. Ma avete mai pensato a quanta plastica deve essere prodotta a questo scopo? Esistono diverse soluzioni: i sacchetti usa e getta in carta o quelli biodegradabili. Questi sistemi permettono di diminuire (se li utilizzassimo tutti) la produzione di materiali inquinanti come la plastica

Condividi